Giornata di studio

Giovedì 3 febbraio 2022 – Accademia delle Scienze, Bologna

La transizione ecologica rappresenta il quadro di riferimento per il tessuto produttivo italiano ed europeo per i prossimi decenni, col duplice ambizioso obiettivo di realizzare il modello di un'economia circolare e di azzerare le emissioni nette di gas serra.   

Nella stimolante cornice della sala di Ulisse dell'Accademia delle Scienze, nel cuore della Bologna universitaria, gli interventi di questa giornata di studio si propongono di fare il punto sulle sfide tecniche e programmatiche che la transizione pone all'industria chimica e ai settori industriali cosiddetti hard-to-abate

Sono previsti due workshop: la mattinata sarà dedicata al tema della chimica sostenibile, mentre nel pomeriggio si discuteranno progetti industriali e di ricerca attualmente in corso per la decarbonizzazione dei settori hard-to-abate.

La giornata è organizzata come evento conclusivo del progetto “Waste-to-Energy plants as carbon sinks” (UNA Europa Seed Funding programme), in collaborazione con AIDIC e con il patrocinio del dipartimento DICAM dell'Università di Bologna, della Società Chimica Italiana, dell'associazione GRICU e dell'Associazione Termotecnica Italiana.  

 

10.00 – 13.00 Chimica Sostenibile e Società

Il passaggio dall’industria chimica convenzionale, basata su combustibili e materie prime fossili, a una chimica sostenibile è una sfida che richiederà soluzioni sistemiche. L’individuazione e la valorizzazione di materie prime davvero rinnovabili, lo sviluppo e l’ottimizzazione di processi di conversione sostenibili, la valutazione scrupolosa degli impatti di fine vita dei prodotti chimici saranno tutti aspetti-chiave della transizione, senza dimenticare le implicazioni economiche e sociali.   

Il workshop presenterà la posizione dell’Associazione Italiana Di Ingegneria Chimica (AIDIC) sulla chimica sostenibile e mostrerà una serie di casi di studio industriali di successo. Una tavola rotonda coinvolgerà i partecipanti nella discussione sul rapporto tra la chimica sostenibile e la società.  

 

14.00 – 17.00 Enhancing Sustainability in Hard-to-Abate Sectors

(workshop in lingua inglese)

Nell’ambito della transizione ecologica, la decarbonizzazione del sistema industriale è una delle sfide cruciali. L’industria è responsabile del 29% delle emissioni globali di gas serra, una quota rilevante delle quali è associata alle materie lavorate e al fabbisogno di calore ad alta temperatura: le cosiddette emissioni hard-to-abate. Allo stesso tempo, il depauperamento delle risorse naturali e le te sulle supply chain globali rendono urgente una maggior circolarità del sistema industriale e una maggior valorizzazione delle materie prime seconde.  

Il workshop discuterà rilevanti progetti di ricerca e sviluppo attualmente in corso sulla decarbonizzazione dei principali settori hard-to-abate: il cemento, l’acciaio, i metalli non-ferrosi. Particolare attenzione sarà dedicata al potenziale del settore waste-to-energy di coniugare decarbonizzazione e circolarità, grazie alle emissioni negative associate alla cattura di CO2 da combustione rifiuti e alle possibilità di recupero materiali da frazioni di rifiuti altrimenti non riciclabili.

Sala di Ulisse, Accademia delle Scienze
Sala di Ulisse, Accademia delle Scienze