CONVEGNO

7 DICEMBRE 2021

Fatti e idee a partire dall’ Economia di Comunione a 30 anni dal lancio del progetto. Best practices e prospettive teoriche nei diversi settori: industria, artigianato, commercio, servizi e turismo.

Non sei riuscito a partecipare?

Guarda il video del convegno

Non perdere questo contenuto. Accetta i cookie di YouTube.

Rivedi le tue preferenze

Accetta i cookie

Il convegno ha l’obiettivo di riflettere sullo stato dell’arte nella teoria e nella pratica sul rapporto povertà e profitto coinvolgendo contributi teorici ed empirici ad ampio spettro ed inter-disciplinari.

Lo spunto è  fornito dal progetto dell’  Economia di Comunione, a 30 anni da quando per la prima volta è stato lanciato in Brasile, perché proprio tali aziende hanno avuto dal 1991 uno sviluppo notevole in tutto il mondo e, pur occupando una nicchia piuttosto piccola del mercato, hanno attirato l'attenzione di studiosi di tutte le discipline, tra cui gli economisti aziendali. Infatti tali aziende dimostrano di utilizzare, nella loro attività operativa, un modello che si basa sulla "cultura della comunione", contrapponendosi alla cultura dominante che invece è imperniata, normalmente, sulla cultura dell' "individualismo e del tornaconto".

Si può constatare che siano presenti spunti concreti, degni di essere oggetto anche di  riflessioni teoriche  innovative che , al di là di una generica "filantropia" di fondo, essendo aziende nate come for profit, dimostrano qualche cosa di veramente rivoluzionario ed estremamente attuale, perché portatrici di valori etici, che si misurano con il rispetto della persona e di tutto il suo essere, perché tali aziende hanno tra gli obiettivi quello di essere utili a situazioni di povertà vicine e lontane  e soprattutto perché tra i membri dell'azienda si sviluppa una fiducia reciproca ed una coesione, che vanno   ben al di là  delle relazioni di cui oggi, all'attuale stato dell'arte, la dottrina si sta interessando.

L’idea è quella di trarre spunto dall’ Economia di Comunione per alimentare il dibattito attraverso best practices e contributi teorici che in particolare sussistono nel territorio di Rimini e degli altri territori nazionali ed internazionali. Esperienze che possono dare idee socialmente  innovative in merito al paradigma di azienda del futuro, post-Pandemia, su cui molti studiosi ed operatori si stanno interrogando.

Il convegno prevederà contributi teorici ed empirici e sarà rivolto al mondo accademico ed operativo per “disegnare” insieme alcuni tratti di un nuovo paradigma di azienda sostenibile che possa essere in grado di coniugare povertà e profitto a qualsiasi livello, interno ed esterno all'azienda e risponda meglio allo sviluppo sostenibile, all’economia circolare e alla qualità della vita. Rispettando le diversità culturali, l’inclusione e l’equità nella distribuzione della ricchezza.

Sono invitati a partecipare: studiosi, imprenditori, istituzioni, studenti e tutti coloro che sono interessati al dibattito in corso.

APPROFONDIMENTO

In questo estratto della The Economy of Francesco esperti del settore riflettono sul senso di misurare il benessere multidimensionale, su quali strumenti sia meglio utilizzare e su come i risultati possano essere condivisi con i policy makers per strutturare interventi più in linea con le necessità delle persone che abitano le loro comunità.

Non perdere questo contenuto. Accetta i cookie di YouTube.

Rivedi le tue preferenze

Accetta i cookie