Letteratura e altri mondi

generi, politica, società

Obiettivo di queste giornate è riflettere insieme sul rapporto tra letteratura e società, muovendo da una visione dei generi narrativi come luogo di elaborazione complessa del reale e di resistenza politica, come spazio di circolazione delle idee e di partecipazione ai dibattiti della sfera pubblica. Questo non implica necessariamente un'adesione al realismo, come dimostra l'impatto ideologico del fantasy, del fantastico e di altre forme 'de-realizzanti'.

L'evoluzione dei generi nel corso dei secoli è segnata da una costante messa in discussione delle loro stesse premesse anche attraverso continue negoziazioni con altri codici espressivi e con i mutamenti mediatici e socio-politici. Tale processo appare intensificato e accentuato nel nostro presente, in cui assistiamo a una crescente ibridazione e rifunzionalizzazione dei generi letterari, anche di massa, le cui convenzioni e tecniche vengono piegate a veicolare contenuti sempre nuovi, aprendosi a un prisma di rapporti inediti tra categorie narrative e socio-politiche.

Allegati

Locandina

[ .pdf 6881Kb ]