RELATORI

La tavola rotonda “Augusto Righi: scienziato, docente e Senatore” sarà moderata da Marco Cattaneo con la partecipazione di Roberto Balzani, Paolo Brenni, Luciano Maiani e Nadia Robotti

 

MARCO CATTANEO

Marco Cattaneo, nato a Milano nel 1963 e laureato in fisica, è direttore responsabile di «National Geographic Italia», «Le Scienze», «Mind» e «National Geographic Traveler». Ha collaborato con testate quotidiane nazionali ed estere sia come giornalista che come fotografo, ed è autore o coautore di diversi libri di divulgazione scientifica e di viaggio.

 

ROBERTO BALZANI 

E’ Professore ordinario di Storia contemporanea, presso l’Università di Bologna, Dipartimento di Storia Culture Civiltà. I suoi interessi di ricerca riguardano, in particolare, la storia del Risorgimento, quella dell’amministrazione pubblica e la storia del patrimonio culturale. E’ stato Preside della Facoltà di Conservazione di Beni culturali (2008-2009).

Fa parte del Comitato direttivo della rivista “Il Risorgimento” di Milano e del Comitato di direzione della “Rassegna Storica del Risorgimento” di Roma. Collabora al supplemento letterario domenicale del “Sole 24 Ore”. Dal 2009 al 2014 è stato Sindaco del Comune di Forlì. 

Dal 2015 dirige il Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Bologna; dal 2017 è responsabile scientifico dell’Archivio Storico dell’Università di Bologna; dal 2017 è Presidente dell’Istituto per i beni culturali, artistici e naturali della Regione Emilia-Romagna. Dal 2019 presiede il Centro di Documentazione delle Arti Moderne e Contemporanee in Romagna istituito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola; dal gennaio 2020 fa parte del Comitato Scientifico dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Roma. 

 

PAOLO BRENNI

Paolo Brenni (cittadino svizzero nato a Mendrisio il 20.3.1954) si è laureato in fisica sperimentale all’Università di Zurigo nel 1981. Specializzatosi nella storia degli strumenti scientifici e dell’industria di precisione fra il XVIII e la prima metà del XX secolo, ha studiato, catalogato e restaurato numerose collezioni italiane.

Ricercatore CNR dal 1992, lavora da oltre tre decenni a Firenze dove ha lavorato sia per la Fondazione e Tecnica che per il Museo Galileo. Inoltre collabora costantemente con numerosi musei e istituti italiani e stranieri.

Paolo Brenni, è autore di cataloghi di varie collezioni scientifiche e di numerosi articoli relative alla storia degli strumenti, del loro uso, della loro produzione e diffusione. E’stato presidente della Scientific Instrument Commission dell’International Union of History and Philosophy of Science dal 2002 al 2013 e dal 2005 è presidente della Scientific Instrument Society.

 

LUCIANO MAIANI

Professore Emerito di Fisica teorica all'Università di Roma La Sapienza, ha dato fondamentali contributi alla fisica delle particelle elementari e ricoperto le massime cariche scientifiche. 

Nel 1970, presso il Lyman Laboratory della Harvard University, Stati Uniti, in collaborazione con Sheldon Lee Glashow (Premio Nobel per la Fisica nel 1979) e John Iliopoulos ha proposto un'estensione del modello a quark (Meccanismo GIM, dalle iniziali dei tre autori), prevedendo l’esistenza di un quarto quark, il quark charm, poi scoperto nel 1974 presso lo Stanford Linear Accelerator Center (SLAC) ed il Brookhaven National Laboratory (BNL). 

E stato Presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare dal 1993 al 1997, Direttore Generale del CERN dal 1999 al 2003. Sotto la sua guida, l’INFN ha approvato ed iniziato la costruzione del rivelatore di onde gravitazionali VIRGO. Al CERN, ha portato avanti la realizzazione del Large Hadron Collider che nel 2012 scoprirà il Bosone di Higgs. Rientrato in Italia, dal 2008 al 2011 e’ stato Presidente del CNR. E’ socio nazionale dell'Accademia Nazionale dei Lincei, Fellow dell’ American Physical Society e collabora con prestigiose istituzioni scientifiche, tra cui l’Università Jiao Tong di Shanghai.

 

NADIA ROBOTTI 

Professoressa ordinaria di Storia della Fisica, presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Genova, si è occupata di Storia della fisica atomica, della meccanica quantistica e della fisica nucleare. Recentemente i suoi interessi si sono orientati verso la ricostruzione dell’attività scientifica e accademica di tre tra i più significativi Fisici italiani del Novecento: Enrico Fermi, Ettore Majorana, Bruno Pontecorvo. 

La sua attività di ricerca è basata esclusivamente sulle fonti primarie, per cui ha passato lunghi periodi di studio presso i più importanti archivi nazionali e internazionali, come l’Archivio Segrè a Berkeley, l’Archivio Fermi a Chicago, l’Archivio Joliot-Curie a Parigi, l’Archivio Bruno Rossi a Boston, gli Archivi della Cambridge Library e del Churchill College a Cambridge, gli Archivi della Scuola Normale Superiore e della Domus Galilaeana a Pisa, l’Archivio della Famiglia Majorana a Catania.

I suoi risultati di ricerca sono presentati in più di cento articoli scientifici, pubblicati su riviste a diffusione internazionale, in alcune monografie, tra cui una su Enrico Fermi e una su Ettore Majorana, e in numerose relazioni su invito a Conferenze Nazionali e Internazionali. 

Nel 2008 le è stato conferito il premio per la Storia della Fisica della Società Italiana di Fisica per il volume "Ettore Majorana. Aspects of his Scientific and Accademic Activity", edito dalla Scuola Normale Superiore di Pisa.

È Vicedirettore de Il Giornale di Fisica, edito dalla Società Italiana di Fisica (dal 2012).

Nel giugno 2017 le è stato conferito il Premio Internazionale “Le Muse” per la disciplina “Storia”.

È membro dell’Académie Internationale d’Histoire des Sciences di Parigi (dal 2007).