CORSI PRECONGRESSUALI

I corsi precongressuali sono in fase di accreditamento ECM e CFP

I corsi precongressuali sono a numero chiuso (max 35 partecipanti). Le iscrizioni saranno accettate in ordine cronologico di arrivo.

 

CORSO 1:        Potenzialità delle applicazioni di modelli muscolo-scheletrici a integrazione dell’analisi del movimento in ambito clinico

Abstract:

Lo sviluppo in questi ultimi anni delle tecniche di modellazione della dinamica del movimento umano, ed in particolare la possibilità di generare modelli “subject-specific”, stanno aprendo nuove opportunità di uso clinico per questi metodi, storicamente impiegati solo per la ricerca di base.  In questo breve corso forniremo elementi di base per comprendere i principi (ed i limiti) di queste metodiche, sia degli aspetti computazionali, che di quelli legati alla personalizzazione dei modelli mediante dati da diagnostica per immagini e dall’analisi del movimento.  Forniremo poi alcuni esempi di applicazioni cliniche.

Referenti:

1) Marco Viceconti, Università di Bologna

2) Claudia Mazzà, University of Sheffield

Programma:

  • Fondamenti di biomeccanica computazionale (cenni di dinamica del corpo rigido, modelli di dinamica inversa e diretta, ottimizzazione statica) - Marco Viceconti, Università di Bologna
  • Personalizzazione: TAC e RMN per la personalizzazione dei modelli muscoloscheletrici - Fabio Baruffaldi, Istituti Ortopedici Rizzoli
  • Personalizzazione: analisi del movimento e misure funzionali per la personalizzazione dei modelli - Claudia Mazzà, University of Sheffield, e Zimi Sawacha, Università di Padova
  • Esempi di applicazioni cliniche - (e.g. applicazioni per piede diabetico, artrite idiopatica pediatrica, limiti della riabilitazione neuromuscolare nell’artrosi) 

 

 CORSO 2:        Machine learning per l’analisi del movimento

Abstract:

Esperimenti di laboratorio tradizionali e sensori indossabili offrono una ricchezza e quantità di dati precedentemente non disponibile su movimenti sani e patologici. Per sfruttare la potenza di questi dati, al fine di migliorare la valutazione clinica e di rendere più efficace la ricerca scientifica nel campo dell’analisi del movimento, le moderne tecniche di apprendimento automatico (machine learning) stanno iniziando ad essere affiancate (e integrate) alle tecniche più tradizionali.

Questo corso riassumerà l'uso corrente dei metodi di apprendimento automatico nell’analisi del movimento, fornirà le basi preliminari per capire ed utilizzare tali metodi e metterà in evidenza le best practicesche consentiranno la valutazione critica dell’uso di tali tecniche. Verranno fornite raccomandazioni per la creazione, valutazione e validazione di modelli di machine learning e verrà discusso il potenziale degli approcci più moderni per generare nuove conoscenze sul movimento umano.

Referenti:

1) Luca Palmerini, Università di Bologna

2) Riccardo Bellazzi, Università di Pavia

Programma:

  • Validazione di modelli di machine learning - Riccardo Bellazzi, Università di Pavia
  •  Intelligenza Artificiale in Medicina: Opportunità e rischi per il personale e la qualità di cura - Federico Cabitza, Università degli studi di Milano Bicocca
  •  Machine learning and wearable technology for the evaluation of movement in Parkinson’s Disease - Bjoern Eskofier, Friedrich-Alexander University Erlangen-Nuernberg, Germany
  •  Esempi di machine learning in ambito clinico - Luca Palmerini, Università di Bologna

 

    CORSO 3:        Protesi ed Esoscheletri 2.0: l'analisi del movimento a supporto del disegno protesico-riabilitativo

    Abstract:

    Questo corso ha la finalità di introdurre i partecipanti al mondo delle protesi e degli esoscheletri robotizzati per la riabilitazione e l'assistenza motoria. In particolare, dopo una breve introduzione sulle attività di ricerca di frontiera nell'ambito della protesica di arto inferiore svolta ad IIT e alla Scuola Sant'Anna, si passeranno in rassegna le sfide riguardanti la progettazione e la validazione di esoscheletri di arto superiore ed inferiore. Attenzione sarà rivolta anche all'analisi delle problematiche riguardanti l'introduzione degli esoscheletri nella pratica clinica. 

    Referenti:

    1) Nicola Vitiello, Scuola Superiore Sant'Anna

    2) Lorenzo de Michieli, Istituto Italiano di Tecnologia

    Programma:

    • Progettazione e sviluppo di protesi robotiche all’Istituto Italiano di Tecnologia - Lorenzo De Michieli, Istituto Italiano di tecnologia
    • Un nuovo paradigma per i sistemi robotici a supporto della protesica trans-femorale: l’esperienza del progetto MOTU - Nicola Vitiello, Scuola Superiore Sant'Anna
    • Le sfide e le prospettive della robotica indossabile all'Istituto Italiano di Tecnologia - Matteo Laffranchi, Istituto Italiano di Tecnologia
    • La robotica indossabile per un invecchiamento sostenibile: l'esperienza dell'Istituto di BioRobotica - Simona Crea, Scuola Superiore Sant'Anna
    • L'uso degli esoscheletri in clinica - Franco Molteni, Ospedale Valduce “Villa Beretta” Costa Masnaga