Viviamo nell’era dei social networks e sempre di più affidiamo la comunicazione nell’ambito delle relazioni personali e lavorative a questi mezzi. Questo ci porta spesso a tralasciare che il “mestiere” del veterinario, come tutte le professioni dedite alla cura, basa una gran parte della sua efficacia su una comunicazione adeguata. È importante e necessario saper comunicare adeguatamente in diverse circostanze:

  • con i clienti (proprietari) che affidano alla figura del veterinario il loro pet e vivono situazioni di disagio e preoccupazione di fronte alla malattia o alla morte;
  • con i colleghi, con i quali è necessario interagire e lavorare sinergicamente, in particolare se si lavora per referenza;
  • con i collaboratori che lavorano all’interno delle strutture veterinarie (soci, infermieri, ecc.) per favorire una soddisfazione reciproca e massimizzare le performance lavorative.

Inoltre, è importante conoscere sé stessi e saper individuare momenti di difficoltà o di eccessivo carico di stress al fine di prevenire il burnout.

Una comunicazione efficace ed adeguata, rappresenta un valido ausilio preventivo nei confronti del burnout in quanto in grado di migliorare le competenze relazionali, le strategie di doping e la resilienza.

Infine, ma non di minore importanza, una buona conoscenza del codice deontologico che regolamenta la condotta di comportamento del veterinario e che spesso non è conosciuto in maniera troppo approfondita, rappresenta un utile mezzo per lo svolgimento della professione in maniera corretta e consapevole.
Dal tentativo di migliorare gli aspetti sopra citati nasce questa proposta formativa che è dedicata ai medici veterinari, il corso è finalizzato a sviluppare e mantenere competenze nella comunicazione efficace al fine di poter creare una solida e collaborativa compliance con il cliente/proprietario di animali da affezione.

Il seminario consentirà al veterinario di essere più incisivo nelle sue prescrizioni e conseguentemente più efficace nella cura degli animali, inoltre consentirà al veterinario stesso di tutelare la propria salute psicofisica. Tale proposta formativa vuole quindi facilitare la capacità del professionista di gestire: obiezioni, tempi di consulenza, "clienti difficili" ed in generale tutto ciò che gravita intorno alla consulenza come la prima visita, le telefonate, le mail, le visite di controllo, ecc. Inoltre, fornirà approfondimenti che permetteranno una migliore conoscenza del codice deontologico, della normativa sulla privacy e delle attività istituzionali di categoria.

L'evento sarà patrocinato dall'Ordine dei Medici Veterinari di Bologna e provincia

 

 

 

 L'evento sarà patrocinato dall'Ordine dei Medici Veterinari di Bologna e Provincia