Sotto il titolo generale "Unibocultura eventi" vengono presentate le iniziative culturali che -di stagione in stagione- caratterizzano quanto viene progettato e proposto seguendo il confine tra le aree culturali che caratterizzano la vita dell'Ateneo. Letteratura, arte, filosofia, scienze, tecnologie digitali, studi medici e giuridici: il calendario di Unibocultura tiene insieme le convergenze di tutte le discipline intorno ai problemi che le attraversano e costituiscono gli oggetti di discussione più attuali e cogenti. 

Il programma dei primi mesi del 2019 si apre con la valorizzazione di una sede Unibo che ha una lunga storia e che affonda nella vita bolognese di molti secoli fa: la Palazzina della Viola, edificio voluto da Annibale Bentivoglio a fine '400 e sede oggi degli uffici dell'Internazionalizzazione. Le visite alla Palazzina vogliono proporre al pubblico la bellezza di un momento storico in cui l'arte e la natura si incontrano nel cuore della città, là dove oggi si trovano i luoghi dello studio e della vita intellettuale. 

Il ciclo di incontri "La forza delle lettere" è dedicato alla figura del Griffo e rilancia l'interesse intorno a una figura di tipografo artista che è stata al centro di numerose iniziative del 2018 e che nell'Aula Magna della Biblioteca Universitaria di Bologna - BUB (oltre che nell'auditorium del MAST) oggi diventa il nucleo di una investigazione intorno al mondo della "lettera" intesa come fondamento di civiltà e di cultura visiva.

"Leopardi allo specchio" coglie l'occasione dell'anniversario di un anno centrale nella vita del poeta: il 1819, l'anno dell'Infinito e della fuga da casa, oltre che della composizione di testi considerati minori ma fondamentali per capire la personalità poliedrica di Giacomo. Gli aspetti delle opere di questo anno cruciale vengono osservati in ogni incontro da due prospettive diverse: quella del letterato e quella dello scienziato, del giurista, del medico, chiamati in causa dalle tematiche che le opere affrontano. 

"Io sono/Io non sono": l'alternativa del titolo indica il tema della identità, che verrà declinato lungo il 2019 in forme diverse, dall'identità delle professioni a quella dei saperi, dall'identità individuale a quella collettiva. Di volta in volta negli incontri si susseguiranno personaggi che rappresentano aspetti diversi della discussione intorno all'identità che sta segnando ogni discorso di oggi ma che in realtà risale a tempi lontanissimi e soprattutto a culture molto diverse dalla nostra.

 

I programmi potranno subire qualche variazione.