Giuliana Benvenuti

Insegna Letteratura Italiana Contemporanea e Letteratura e media. Dopo aver condotto studi sull'ermeneutica tedesca e aver pubblicato uno studio sul concetto di critica in Walter Benjamin (1994), si è occupata della letteratura italiana dell'Ottocento con un libro su malinconia e stoicismo nell'opera di Giacomo Leopardi (1998). Ha poi focalizzato l'attenzione sulle forme del comico nelle Operette Morali e ha pubblicato nel 2001 una monografia sull'argomento. Le linee di ricerca perseguite negli ultimi anni coniugano lo studio della letteratura a quello dei processi culturali del secondo Novecento, accogliendo le sollecitazioni provenienti dall'ambito degli studi culturali e postcoloniali. In questo quadro ha affrontato lo studio della letteratura di viaggio del secondo Novecento pubblicando il volume Il viaggiatore come autore. L'India nella letteratura italiana del Novecento (Il Mulino 2008) e ha approfondito il versante teorico degli studi sulla traduzione. Attualmente si occupa del dibattito sulla letteratura mondiale, delle trasformazioni della letteratura nell'epoca dei nuovi media, della costruzione di immaginari transnazionali (primo risultato il volume scritto insieme a Remo Ceserani, La letteratura nell'età globale, Il Mulino 2012, seguito dal più recente Il brand Gomorra. Dal romanzo alla serie TV, Il Mulino 2017).