Marcello Fois

Laureato in italianistica con Ezio Raimondi presso l'Università di Bologna. Nel 1989 scrive il suo primo romanzo, Ferro Recente, che viene pubblicato nel 1992 in una collana di giovani autori italiani, nella quale figurano anche i primi libri di Carlo Lucarelli e Giuseppe Ferrandino. Sempre nel 1992 pubblica Picta, con cui vince (ex aequo con Mara De Paulis) il Premio Italo Calvino; nel 1997, per Nulla (con cui inizia la collaborazione con la casa editrice Il Maestrale), riceve il Premio Dessì. Nel 1998, ancora per Il Maestrale, esce Sempre caro, primo romanzo di una trilogia (proseguita con Sangue dal cielo e L'altro mondo), ambientata nella Nuoro di fine Ottocento. Con Sempre caro nel 1998 vince il Premio Scerbanenco. Con Dura madre vince nel 2002 il Premio Fedeli e nel 2007 riceve il Premio Lama e trama alla carriera. Oltre che alla narrativa, Fois si dedica anche alla sceneggiatura, sia televisiva che cinematografica (Ilaria Alpi. Il più crudele dei giorni), e al teatro. Recentemente ha pubblicato una rilettura dei Promessi sposi: Renzo, Lucia e io. Perché "I Promessi sposi" è un romanzo meraviglioso, ADD editore, 2018.