Alfonso Traina, latinista dell'Alma Mater, scomparso il 18 settembre 2019, ha dedicato gran parte della sua attività di ricerca allo studio della lingua e dello stile degli autori latini, ed in particolare dei poeti (dagli arcaici fino a Pascoli). 
Questa giornata di studi - concepita come un omaggio alla sua memoria - si propone di fare il punto sullo stile poetico latino, a quasi 50 anni dalla prima edizione della fortunata raccolta La lingua poetica latina, curata da A. Lunelli, Bologna 1974 (pubblicata nella collana "Testi e manuali per l'insegnamento universitario del latino", fondata e diretta dallo stesso Alfonso Traina).
Il tema della lingua poetica latina viene affrontato (il 22 settembre) sulla lunga diacronia, dagli arcaici – passando attraverso l’età classica e augustea – fino al tardoantico. Una sezione (il 23 mattina) è dedicata alla ricezione contemporanea della tradizione classica, ed in particolare al problema della traduzione poetica: su questo tema intervengono due traduttori e poeti (Alessandro Fo e Milo De Angelis).
Il convegno è affiancato da una lettura pubblica di testi senecani, nella traduzione di Alfonso Traina.