I partecipanti all'edizione 2019 @RobertaSangiorgi

I partecipanti all'edizione 2019 @RobertaSangiorgi

Prima gli Italiani? Movimenti migratori e identità meticce è il tema del laboratorio di scrittura interculturale, che si svolgerà in collaborazione con l’Associazione Eks&Tra da febbraio 2020 presso il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna.

Il laboratorio è coordinato da Wu Ming2 come tutor, in collaborazione col Prof. Filippo Milani.

L’ossessione della purezza e del primato nazionale (mentre si attuano nuovi frazionamenti) dimentica la presenza storica, ma sempre viva, di lingue, civiltà, cucine, abitudini, festività. Esse differenziano ogni angolo del nostro paese, dove nei secoli le più varie popolazioni si sono incrociate, e dal quale milioni di emigrati si sono mossi.

È perciò necessaria una riflessione per ricostruire quelle stratificazioni di una civiltà ancora in trasformazione, che fatica ad accogliere migranti e rifugiati in fuga da violenze e povertà indotte dal neocolonialismo.

Una politica disumana, frutto della guerra di esclusione che la Fortezza Europa sta combattendo, in nome dell’egoismo e del razzismo, porta a sbarrare mari e montagne, attraverso i quali per millenni sono transitate popolazioni e idee, lingue e culture, che i racconti delle esperienze private e delle comunità in vari modi mantengono in rilievo.

Gli esercizi narrativi del Laboratorio di scrittura interculturale vogliono, perciò, rispondere alla necessità di dialogo e di scambio oltre ogni barriera e offrirsi come luogo di sperimentazione di nuove comunità, attraverso il recupero di storie, racconti, narrazioni che aiutino a guardare oltre gli stereotipi di questa epopea delle migrazioni, che coinvolge l’intera umanità.